sera

Il Pinot Nero

Il Pinot Nero: scopriamo di più sul vitigno

🍇 Il Pinot Nero è capostipite della nobile famiglia dei Pinot, dalle antichissime origini francesi.
E’ un vitigno a bacca rossa che chiede molto, sia in fase di allevamento che in fase di vinificazione: infatti non dà risultati regolari, ha bisogno di climi relativamente freddi, con buona escursione termica tra il di e la notte. Se la condizione e la qualità dei terreni lo permettono, prediligendo quelli calcarei, è in grado di offrire vini raffinati e con un intenso corredo di profumi.

🧐 Il Pinot Nero e la sua degustazione pongono sia il neofita che il competente di fronte ad una delle realtà enologiche più complesse.
In Abruzzo, essendo un vitigno decisamente sensibile al terroir, lo troviamo in diverse zone produttive che permettono interpretazioni varie ed interessanti.

Il “Serà”, un ottimo vino rosato abruzzese di Pinot Nero

🌺 Per primo parleremo di un Pinot allevato nell’entroterra Teatino e precisamente nelle Colline di Poggiofiorito a circa 300m s.l.m. Il suo nome è SERÀ della Cantina Antonacci Vini.
Prodotto con una vinificazione “in Bianco”, normalmente usata per tutti i vini bianchi, quindi con una pressatura soffice, senza contatto della polpa con le bucce, risulta avere un colore rosa tenue con un bouquet olfattivo fine e intenso con note di frutta e fiori.

🍷 Al gusto risulta secco, caldo, snello e sapido. Abbastanza persistente. Temperatura di servizio ideale è tra 7-8 gradi.
In abbinamento lo consigliamo: con i piatti di mare come antipasti e carpacci, zuppe e arrosti; con i piatti di terra come salumi e formaggi di breve e media stagionatura, straccetti di pollo con funghi, spezzatino di maiale in bianco.

Ti è piaciuto l'articolo? Condividilo!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su print
Condividi su whatsapp
Condividi su email